AGR Web

Quotidiano Multimediale


AGR Video on Line
Panda Raid 2018 - 400 Panda 4x4 nel deserto del Sahara
GREATPIXEL disegna la App per lo store KIKO più grande (e più tecnologico) al mondo
Tragico incidente sulla Majella. Soccorso Alpino impegnato anche sul Gran Sasso
Don luigi Ciotti - Presidente di Libera -Ci vuole una presenza comune, serve il 'noi'
X Municipio, Forza Italia avanza
X Municipio, sfida tra due donne per la presidenza
X Municipio, il 'manifesto' dell’autonomia di Beatrice Lorenzin
Mare, sicurezza ed efficienza, la ricetta per la ripresa
Giorgia Meloni, Ostia un municipio dimenticato
Forza Italia, Davide Bordoni: ecco la squadra
Notizie
Link Utili

Per la pubblicità su questo spazio contatta la redazione a questo indirizzo:   redazione@agronline.it

 

  

BIAUTO Group srl societa' di autoriparazione e officina autorizzata FIAT ALFA ROMEO e LANCIA

testo testo

AGR Associazione giornalistica Radiotelevisiva

Città Commercio La più grande rete social della PMI

Regione: Lazio    Sezione: Economia15/11/2017 13.28.00

Confprofessioni: una road map per il professionista 4.0

un percorso progettuale che coinvolgerà le associazioni e le delegazioni territoriali della Confederazione che porterà al Manifesto del professionista



(AGR) Roma, 15 novembre 2017. Nasce il manifesto del professionista 4.0. Parte dal Congresso Nazionale dei professionisti «un percorso progettuale con le singole associazioni e territori di Confprofessioni che si estenderà per i primi mesi del 2018 e che produrrà un posizionamento su impresa 4.0 e un contributo specifico dei professionisti al Codice di Amministrazione Digitale». L'annuncio di Andrea Granelli, Consigliere per l'innovazione di Confprofessioni, arriva dal palco dell'Auditorium Antonianum di Roma dove è in corso l'evento promosso da Confprofessioni, dal titolo “Il professionista 4.0”, che vede al centro dei lavori proprio il futuro digitale del liberi professionisti.

«La scelta dell’appellativo 4.0 non è casuale e vuole ribadire l’adesione piena di Confprofessioni all’ambizioso ma necessario piano del Governo che vede le misure su “impresa 4.0”, sull’agenda digitale, sulle Smart Cities e il Team per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio come tasselli di un’unica e fondamentale iniziativa. Quest’ultima unisce visione e concretezza per ridare all’Italia quel posto centrale nell’Europa digitale che il nostro Paese ha lasciato vacante per troppo tempo e che, invece, si merita di riprendere». Queste le parole di Granelli nel corso della tavola rotonda che ha visto la partecipazione di alcune start up e aziende leader nel digitale e di autorevoli esponenti delle Istituzioni come Guido Scorza, del Team per la Trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio, di Ernesto Somma, capo di Gabinetto del Ministero per lo sviluppo economico e di Cosimo Acconto del Mit – Massachussets Institute of Technology, che stanno guidando imprese e P.A. verso una vera e propria trasformazione digitale.

«L’obiettivo della tavola rotonda “I Liberi Professionisti protagonisti nel futuro digitale” - conclude Granelli - è innanzitutto dare corpo e visibilità alla rilevanza del digitale per il mondo delle professioni: non solo strumento di automazione ed efficienza operativa, ma vero e proprio ambiente per ripensare (e potenziare) la professione stessa, sia nel tipo di prestazione erogata sia nelle modalità di interazione con i propri clienti».



Autore: AGR: EG - Redazione

RISERVATA © Copyright Agr On Line

AGR TV
La TV a Portata di Click